MELA PANAIA

MELA_PANAIA2

Mela_Panaia_

La prima pianta madre è stata ritrovata nel Comune di Pieve S.Stefano (AR). La varietà sembra di origine toscana e qui viene coltivata, ma piante alquanto simili sono state trovate in altri luoghi in Umbria, a Pietralunga, a Gualdo Tadino dove viene chiamata ‘Pagliaccia’ fino a Norcia e Preci dove è piuttosto diffusa. Alcuni esemplari ne sono stati ritrovati anche in Abruzzo. Viene coltivata nelle zone di alta collina, in piante singole, in Toscana e in Umbria. Varietà buona per la rusticità della pianta e per le caratteristiche organolettiche del frutto. Adatta alla coltivazione di montagna ed alta collina. La pianta è mediamente vigoroso, chioma aperta; produce in maniera alternata, fiorisce in epoca tardiva. E’ molto rustico. Il frutto è di grande pezzatura , di forma rotondeggiante, e molto schiacciato. Il peduncolo è medio, inserito in cavità, grande profonda e molto aperta. La cavità calicina èmedia semiaperta, profonda La buccia è lucida, con colorazione di fondo gialla verde, ma con sovracolore rosso brillante diffuso. La polpa è bianca, leggermente acidula, aromatica, non spiccatamente croccante, di buona qualità. Viene raccolto tradizionalmente ad ottobre e si conserva egregiamente in fruttaio fino alla primavera successiva; può essere consumato anche poco dopo la raccolta. Il suo nome è presumibilmente collegato alla grossezza del frutto e al pane. Nella zona di Norcia e Preci la ‘Panaia’ è anche la cesta del pane. E’ una varietà adatta al consumo fresco e anche da cottura al forno con poco zucchero messo nella cavità del peduncolo e un poco di vino bianco nella teglia.

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.