FICO ASINACCIO

La pianta madre  è stata ritrovata nel  comune di Città di Castello (PG), non se ne trovano altre. La pianta è di statura e vigoria media, con chioma aperta. Rustico, viene riprodotto tradizionalmente da pollone. La foglia è generalmente trilobata. Varietà bifera, I pochi fioroni sono globosi, senza collo, i forniti  invece  hanno la buccia sottile di un bel colore verde intenso, con molte fenditure a maturità; è  di pezzatura media, con forma piriforme appiattita  e un caratteristico collo lungoo , l’ostiolo è semichiuso. La polpa è rosa intenso , piena, non troppo succosa, con acheni mediamente grossi.  I forniti maturano tra la fine di agosto e metà settembre. Sono molto adatti sia al consumo fresco che all’essiccazione, per la buccia fine, ma anche per la sciroppatura tal quale e la confettura, magari aromatizzata con anice o timo.  

fico_asinaccio_

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.