PERA VERDACCHIA

DSC_0656

PERA_VERDACCHIA

La pianta madre è stata ritrovata nel comune di Pieve S. Stefano (AR). Di origine sconosciuta, non se ne conoscono altre piante in quest’area. L’albero è mediamente vigoroso e rustico, a portamento espanso con produzione alternante. l frutto è medio grande, di forma globosa molto appiattita, quasi maliforme. Il peduncolo è medio e grosso, inserito in una cavità poco profonda. La buccia è spessa di colore verde con lenticelle diffuse rugginose. La presenza di  ruggine è anche in buona parte del frutto. La cavità calicina è aperta e poco profonda. La polpa è bianco verdastra, molto succosa, con granulosità media, zuccherina e di ottima qualità. Viene raccolta a settembre, per il  consumo immediato o da composta.

Il nome viene sia dal colore della buccia che della polpa. E’ un ottima pera da crostata e da torte, da sciroppare  nel vino e da conservare nell’aceto.  Si può anche essiccare al forno, a fette non troppo fine, in tre intervalli con temperature crescenti  ma tempi sempre più brevi. Le fette si  conservano  in sacchetti di cotone, in luogo arieggiato e asciutto.

 

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.