AMARENA

amarena

 

Rappresenta un gruppo varietale della specie Prunus cerasus, la stessa della visciola, da cui differisce però per il frutto. Ritrovata nella zona di Pietralunga (PG) e Vallo di Nera (PG) in piante singole, era diffusa anche sul versante marchigiano. L’albero di seconda grandezza, è vigoroso, di forma irregolare e a portamento espanso, con rami ricadenti; fiorisce tardivamente, nella seconda decade di aprile. È molto pollonifero e i polloni radicali servono a produrre nuove piante. Particolarmente rustico e ancora meno esigente della visciola. Poco sensibile alla Monilia. Il frutto di medie dimensioni, ha forma sferoidale. Il peduncolo è medio corto e spesso, inserito in una cavità poco profonda e ampia. La buccia è di colore rosso chiaro, mediamente spessa. La polpa, molto succosa, è gialla, leggermente rosata, poco consistente, aderente al nocciolo. Si raccoglie tardivamente, nella terza decade di luglio, ma la maturazione è un po’ scalare. È poco resistente al trasporto e alle manipolazioni. Poco adatta al consumo fresco, era invece coltivata soprattutto per essere trasformata in confetture e marmellate.

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.