FICO GIGANTE DEI ZOCCOLANTI

gigante

 

La pianta madre è stata trovata dentro il convento dei Frati Zoccolanti di Gualdo Tadino (PG), ma lo stesso fico è stato poi rinvenuto anche nel convento dello stesso Ordine monastico a Città di Castello (PG). Non se ne conosce l’origine. L’albero è vigoroso, irregolare espanso. I frati anticamente usavano il legno per fabbricare gli zoccoli. Molto rustico, viene per lo più riprodotto da pollone. E’ una varietà bifera. I fioroni di Luglio, sono molto grandi, con il collo lungo, che fa arrivare il frutto anche a 15-18 centimetri. La buccia è di colore marrone chiaro, violacea; la polpa è rosso chiaro, non molto aromatica e poco dolce, piuttosto acquosa. I forniti di Settembre, sono della stessa forma, ma molto più corti. Sono anche senz’altro più dolci e aromatici. I fioroni vengono raccolti dalla seconda metà di luglio, fino alla fine del mese. I forniti per tutto il mese di settembre.  Possiamo forse ascrivere questo fico al gruppo dei fichi Melanzana che riunisce diversi tipi di fichi, con questa forma che ricorda l’ortaggio.  I fioroni sono ambiti per la loro grandezza ma non per il loro sapore che è molto più spiccato nei forniti senz’altro da preferire, anche per la minor presenza di acheni.

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.