CILIEGIA DI CANTIANO

La pianta madre è stata ritrovata nella zona di Gubbio (PG), dove è tenuta in grande considerazione, e in seguito anche nella zona di Pietralunga (PG). Viene proprio dal paese di Cantiano (PU) nelle Marche,  al confine con l’Umbria. Probabilmente là si è originata spontaneamente e si è diffusa nella zona, dove è ancora molto presente. L’albero è molto vigoroso e rustico, a portamento espanso. La fioritura è tardiva, per lo più nella seconda decade di aprile. La pezzatura  del frutto è medio-grande, di forma arrotondata cuoriforme, con apice rilevato e non diritto. Il colore della buccia è giallo aranciato con sfumature di colore rosso-arancio più intenso.  La polpa è di colore giallo chiaro, di media consistenza, aderente al nocciolo. Di ottimo sapore, dolce  e aromatica.  La maturazione è tendenzialmente tardiva, nella seconda decade di giugno ma è alquanto scalare. Non è troppo resistente al trasporto. 

Il sinonimo è ciliegia Ocola sia per il colore aranciato che per la forma del frutto a becco d’oca. 

Su questo Portale si utilizzano cookie tecnici per migliorare l'esperienza di navigazione e sono presenti servizi di terze parti (attinenti alle pagine "social" di Facebook, Twitter e Google) che potrebbero utilizzare cookie di profilazione. Se procedi nell'utilizzo del Portale in qualunque maniera (click, scorrimento, pressione del link "chiudi", ecc.), accetti esplicitamente l'utilizzo dei cookie presenti.